Questo sito utilizza alcuni tipi di cookie tecnici ed analytics unicamente per gestire l’autenticazione, la navigazione e raccogliere informazioni in forma aggregata sul numero degli utenti che visitano il sito. Continuando a navigare o cliccando su OK accetti l’utilizzo dei cookies. Per maggiori informazioni o bloccarne l’utilizzo clicca sul pulsante INFORMAZIONI.

Il 19 maggio, come accade ormai da molti anni, i monumenti italiani si illumineranno di viola per un giorno al fine di sensibilizzare l’opinione pubblica sulle Malattie Infiammatorie Croniche dell’Intestino (MICI) in occasione del “Wolrd IBD Day – Giornata Mondiale delle MICI”.

Come abbiamo anticipato nella news del 16 febbraio ECCO (European Crohn’s and Colitis Organisation) ha sviluppato delle linee guida per la cura della malattia di Crohn e per la Colite Ulcerosa. Le linee guida sono raccomandazioni pensate per assistere medici e pazienti nella scelta delle modalità terapeutiche più appropriate.
Per ogni patologia sono descritte le alternative disponibili e le possibilità di successo. Questo consente al medico di orientarsi nell’informazione scientifica e al paziente di esprimere consapevolmente le proprie preferenze.

E’ una novità epocale quella che arriva dall’ultima conferenza dei Ministri della Sanità dei paesi membri dell’OCSE. Secondo i ministri riuniti a Parigi è necessario investire maggiormente in misure di valutazione del sistema sanitario basate sul gradimento dei pazienti.

Completate e rese disponibili le Linee Guida di ECCO-EFCCA per i pazienti con MICI che verranno presentate ufficialmente in occasione del XII congresso ECCO sulle IBD, in programma dal 15 al 18 febbraio a Barcellona.

Milano , 3 febbraio 2017. Tra le numerose attività ed iniziative di cui ci occupiamo, abbiamo fortemente voluto ed incominciato a sostenere, come associazione, i progetti di supporto psicologico dedicato ai pazienti mici, garantiti presso i centri di cura delle IBD. I risultati hanno fin dall’inizio mostrato soddisfazione ed apprezzamento da parte dei “beneficiari” e del team multidisciplinare, che evidenzia una maggior risposta alla terapia da parte dei pazienti e un graduale miglioramento dell’accettazione della malattia e di conseguenza della qualità della vita.

ISCRIVITI!

Questo contenuto è riservato ai soci dell'associazione.

Per avere accesso illimitato a tutti i contenuti del sito e per scoprire i vantaggi di essere un socio AMICI clicca qui sotto.